NOVITÀ SULLE AGEVOLAZIONI AI TERREMOTATI

19/07/2017

L’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico ha introdotto, con deliberazione 517/2017/R/com, nuove disposizioni riguardanti le agevolazioni a favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici verificatisi nei giorni del 24 agosto 2016 e successivi.

In particolare, è stata estesa l'applicazione delle agevolazioni, nei limiti della potenza precedentemente impegnata, anche alle utenze produttive e/o commerciali che, a causa dell'inagibilità dei locali, trasferiranno o hanno già trasferito la propria attività presso nuove aree commerciali delocalizzate o altra sede localizzata nei comuni del cratere del sisma, attivando una nuova utenza.

Inoltre, sono state introdotte disposizioni volte a chiarire le modalità di riconoscimento della portabilità dell'agevolazione per i titolari di nuove utenze domestiche site nei comuni colpiti dal terremoto: tali soggetti dovranno dichiarare al proprio fornitore l'inagibilità dell'immobile ai sensi del testo unico di cui al DPR 445/00 e il nesso di causalità con gli eventi sismici, presentando copia delle schede di inagibilità FAST (Fabbricati per l'Agibilità Sintetica post-Terremoto) o AEDES (Agibilità e danno nell'emergenza sismica) o idonea documentazione dell'amministrazione comunale dove risulti confermato e accertato il nesso causale tra danno subito dall'immobile, conseguenza dell'inagibilità, ed evento sismico.

Per maggiori informazioni sui sopralluoghi e le verifiche di agibilità degli edifici del centro Italia compiti da sisma è possibile consultare la pagina dedicata del sito internet della Protezione Civile.

Attenzione, per tutte le agevolazioni per le quali non è previsto un riconoscimento automatico ma la presentazione di apposita richiesta (si veda a questo proposito il Comunicato Stampa “AGEVOLAZIONI PER LE POPOLAZIONI COLPITE DAL SISMA”), l’istanza per il riconoscimento delle agevolazioni potrà essere presentata solo entro il termine massimo di tre anni dalla data del sisma.