INFORMATIVA SU MOROSITA'


Pagamenti in ritardo e morosità

Il termine di scadenza per il pagamento della fornitura elettrica è indicato direttamente su ciascuna fattura.

 

Decorso tale termine il cliente riceverà una comunicazione scritta di messa in mora contenente l'intimazione ad adempiere, il termine ultimo entro il quale è tenuto a provvedere al pagamento della fattura non pagata, il termine decorso il quale, in costanza di mora, sarà effettuata la sospensione della fornitura, le modalità di comunicazione del pagamento e la presenza di eventuali importi prescritti.

 

Entro 15 giorni solari decorrenti dalla data di invio al cliente della raccomandata di messa in mora, oppure entro 10 giorni solari dal ricevimento da parte dell'esercente la vendita della ricevuta di avvenuta consegna al cliente finale della comunicazione di costituzione in mora trasmessa tramite posta elettronica certificata, oppure entro 20 giorni solari dalla data di emissione della comunicazione scritta di messa in mora, il cliente, per evitare la sospensione e la risoluzione, può sanare la violazione e provvedere al pagamento di quanto dovuto, portando a conoscenza di CVA Trading gli estremi del pagamento con le modalità indicate nelle comunicazioni medesime. In caso di utilizzo del vettore postale, l’invio della comunicazione della costituzione in mora sarà inviata entro 3 giorni dalla data della sua emissione, ferma restando la possibilità in capo a CVA Trading di estendere tale termine a 5 giorni qualora anche il termine ultimo di 20 giorni solari per il pagamento sia aumentato di un numero di giorni lavorativi pari alla differenza tra il termine di consegna osservato e il termine minimo di 3 giorni lavorativi.

 

La sospensione potrà avvenire decorso un termine non inferiore a 3 giorni lavorativi dalla scadenza del termine di cui al paragrafo che precede, qualora il cliente non abbia effettuato il pagamento di quanto dovuto.

 

Solo per i clienti connessi in bassa tensione per i quali sussistano le condizioni tecniche del misuratore, prima della sospensione della fornitura verrà effettuata una riduzione del 15% della potenza disponibile e, decorsi 15 giorni dalla riduzione, nel caso persista il mancato pagamento, verrà effettuata la sospensione della fornitura.

 

Trascorsi ulteriori 15 giorni dall’avvenuta sospensione della fornitura, qualora non pervenisse notizia dell’avvenuto pagamento, il contratto con il cliente si considererà risolto, senza ulteriori comunicazioni. CVA Trading addebiterà al cliente le maggiori spese di esazione. Per ogni disattivazione/riduzione di potenza o riattivazione/ripristino potenza della fornitura, il cliente è tenuto a corrispondere il contributo previsto dalle delibere dell'ARERA (Euro 71,15 per le spese di disattivazione e riattivazione, Euro 58,58 in caso di utenze predisposte per la telegestione).

 

Nei 90 giorni successivi alla data dell’ultima richiesta di sospensione della fornitura per morosità, in caso di nuova comunicazione di costituzione in mora relativa a fatture non contemplate nella precedente comunicazione cui sia seguita la richiesta di sospensione della fornitura, il termine entro il quale il cliente, dall’avvenuta costituzione in mora, è tenuto a provvedere al pagamento è di 7 giorni solari dall’invio al cliente finale della relativa raccomandata, oppure di 5 giorni solari dal ricevimento, da parte di CVA Trading, della ricevuta di avvenuta consegna al cliente finale della comunicazione di costituzione in mora trasmessa tramite posta elettronica certificata, oppure di 10 giorni solari dalla data di emissione della comunicazione scritta di costituzione in mora. Dalla scadenza di tale termine, in situazione di costanza di mora, sarà inviata all’impresa distributrice la richiesta di sospensione della fornitura decorsi 2 giorni lavorativi. Inoltre, CVA Trading provvederà all’invio della comunicazione della costituzione in mora, in caso di utilizzo del vettore postale, decorsi 2 giorni dalla data di emissione della comunicazione, ferma restando la possibilità in capo a CVA Trading di estendere tale termine a 3 giorni qualora anche il termine ultimo di 10 giorni solari per il pagamento sia aumentato di un numero di giorni lavorativi pari alla differenza tra il termine di consegna osservato e il termine minimo di 2 giorni lavorativi.

 

Il cliente ha diritto al riconoscimento di un indennizzo qualora la sospensione o riduzione di potenza avvengano senza preventiva costituzione in mora (Euro 30) oppure avvengano prima dei termini previsti dalla normativa (Euro 20).